La gentilezza è gratis! - GSO

La gentilezza è gratis!

Quest’anno ho iniziato il mio progetto di CAS sulla gentilezza, la felicità e il sorriso. Ho scelto questi argomenti perché l’idea di gentilezza significa molto per me. Vengo da un paese meraviglioso, ma il concetto di gentilezza non è facile da afferrare nella comunità a cui appartengo.

Prima di venire in Italia, sognavo una vita piena di persone gentili e sorridenti.

L’idea del mio progetto è dimostrare alle persone quanto sia importante il significato di gentilezza nel nostro mondo ed io per prima voglio rendere la gente consapevole di quanto un piccolo sorriso possa essere importante nella nostra vita di tutti i giorni.

Al momento ho creato un poster con molte foto della nostra comunità scolastica in cui siamo tutti sorridenti, con lo scopo di dimostrare a tutti quanto siamo belli quando sorridiamo.

Inoltre, il mio poster parla di una gentilezza che aiuta  a costruire le comunità.

Con la gentilezza, puoi raggiungere accordi, dare il tuo consenso e raggiungere la pace. Essere gentili è più difficile che trasmettere sentimenti aggressivi.

Naturalmente, anche per me non è sempre facile essere gentile, ma penso che una persona gentile sia al tempo stesso intelligente e forte.
L’aggressività è un’emozione più facile e a volte stupida. Di certo è importante lasciar uscire le nostre emozioni, ma dobbiamo trovare la nostra (possibilmente intelligente) maniera di farlo. Sul mio poster ci sono alcune affermazioni sulla gentilezza e la felicità, ispirate dal Dalai Lama.

La sua personalità e il suo modo di pensare sono fonte di ispirazione per me. Mi piace l’idea che la religione sia molto semplice, perché per lui la religione corrisponde alla gentilezza.

L’essenza di tutte le religioni è l’amore, la compassione e la tolleranza. La gentilezza è la mia vera religione. Non importa che tu sia istruito o meno, che tu creda nella vita dopo la morte, che tu creda in Dio o in Buddha o in qualche altra religione oppure in niente, nella vita di tutti i giorni devi essere una persona gentile

Dalai Lama

Supporto l’idea che non importa in che religione crediamo, abbiamo solo bisogno di essere gentili con le persone, avere un buon cuore ed essere umani. Dobbiamo essere gentili, perché non conosciamo i sentimenti delle altre persone, i loro problemi e le loro vite. E una semplice parola gentile detta da te, può rendere il mondo un posto migliore. Non è meraviglioso?

Nel mio poster è presente anche la parola sorriso, scritta in lingue diverse, quelle parlate dalla nostra comunità. Le parole sono differenti, ma ciò che conta davvero è il significato.

Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato, che mi hanno aiutata e supportata e mi auguro di poter ulteriormente sviluppare questo progetto in futuro.

Qualcuno un giorno mi ha chiesto in che modo il sorriso è legato alla gentilezza.

Ad essere onesta, all’inizio il mio progetto prevedeva solo un’analisi del concetto di sorriso, ma poi ho deciso di legarlo all’idea di gentilezza, che mi sembra avere un’importanza cruciale nel mondo odierno, in cui a volte sorridere diventa persino un problema.

Non importa, sorridi comunque! Sorridere è un atto fisico di gentilezza che in realtà influisce nel modo in cui ci sentiamo e in cui facciamo sentire gli altri. In “Psychology Today”, Adrian Furnham scrive “nelle vendite, nelle negoziazioni, nelle situazioni di accoglienza, la persona che sorride per prima aumenta la possibilità che l’altra persona sorrida a sua volta, favorendo la fiducia e il piacere reciproco, quindi la “cooperazione” e la disponibilità. Sorridere aiuta a tenere unite le persone.”

Quindi sorridi e sii gentile! È gratis!

Eva Kolbina

Studentessa IGCSE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *